Malnate – 19 marzo 2017

22 marzo 2017 di anpimalnate Nessun commento »

DSC_3912_1_rIn occasione  della tappa del suo viaggio attraverso i “Luoghi della Memoria”,  A.N.P.I. Malnate e le Autorità locali hanno accolto e salutato Giovanni Bloisi, il ciclista della memoria.

Dopo avere percorso l’Italia e l’Europa raggiungendone i “Luoghi della Memoria”, da quelli della Shoah a quelli delle grandi guerre, realizza oggi, un viaggio che lo porterà, attraversando l’Italia, fino in Israele.

Segui su Facebook: Sciesopoli Ebraica 1945-1948 Selvino

 

Il viaggio di Govanni Bloisi

13 marzo 2017 di anpimalnate Nessun commento »

Saluto e brindisi augurale di A.N.P.I. e delle Autorità locali a
Giovanni Bloisi, in occasione  della tappa del viaggio in bici dall’Italia a Yad Vashem attraverso i “Luoghi della Memoria”

 

Giovanni Bloisi

 

Domenica 19 marzo 2017 alle ore 10,15
presso la Sala Consiliare di via De Mohr a Malnate

Scarica la locandina

Verbale Assemblea degli iscritti

31 gennaio 2017 di anpimalnate Nessun commento »

Domenica 29 Gennaio u.s. si è tenuta l’Assemblea annuale degli iscritti.

Durante la riunione si sono svolte le elezioni del Direttivo di Sezione composto da 9 elementi.

Per chi volesse consultare il verbale dell’Assemblea può consultarlo al link inserito in questo articolo.

Fraterni saluti.

verbale 29:01:17

Per non dimenticare

16 gennaio 2017 di anpimalnate Nessun commento »

Olocausto i giorni della memoria

La signora Pesaro ha esposto la sua terribile esperienza di vita.

Era una bambina di tre anni e la sua famiglia cercava in ogni modo di farla vivere serenamente seppur in condizioni critiche e angoscianti. Suo padre fu deportato ad Auschwitz nel 1944 e  ucciso alcuni giorni prima della liberazione.

La madre,di religione cattolica, fu graziata perché malata gravemente, ma morì quando Lilli aveva solo 19 anni. “Non è stata un’infanzia facile”, ammette la signora, “ed è per questo motivo che per diversi anni ho voluto dimenticare tutto ciò che era successo a me e alla mia famiglia, negando addirittura ai miei figli la mia storia.

Un giorno però ho deciso di reagire,  ho cominciato a scavare nella memoria facendo in modo che anche altri condividessero la mia esperienza”.

La signora Pesaro spiega il motivo che l’ha spinta a voler rivangare il passato: “Mi terrorizzava l’idea che, dimenticando il passato, i ragazzi di oggi potessero rivivere l’inferno che  noi abbiamo conosciuto”.

 

Invitiamo tutti gli iscritti e tutti gli interessati a partecipare numerosi.

olocausto2017

In ricordo di CARLETTO FERRARI

11 gennaio 2017 di anpimalnate Nessun commento »

Domenica 15 gennaio 2017
Cerimonia in ricordo del tenente degli alpini e comandante partigiano CARLETTO FERRARI

 

Carletto Ferrari (1912-1945) è un eroe della resistenza partigiana varesina. Nacque il 16 marzo 1912 da una famiglia borghese di Bizzozero, all’epoca proprietaria dell’area oggi denominata “La Villa”. Convinto antifascista tanto da partecipare alla distruzione del gruppo rionale Mussolini di Varese. Rendiamo onore a questo eroico partigiano e tenente degli alpini, sacrificatosi per la libertà.

PROGRAMMA
ore 9.15
– Ritrovo al Cimitero di Bizzozero, davanti alla Cappella della famiglia Ferrari
– Saluto del Sindaco di Varese, Davide Galimberti e di Margherita Giromini, presidente di Anpi Varese – sezione “Comandante Claudio Macchi”,
– Orazione di Giuseppe Terziroli, già amministratore comunale a Varese.

ore 10.00
– Chiesa di Santo Stefano, Santa Messa celebrata dal Parroco di Bizzozero, don Marco Casale.

Scarica invito

 

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI

4 gennaio 2017 di anpimalnate Nessun commento »

Caro\a Compagno\a,

l’ANPI Sezione di Malnate indice per Domenica 29 gennaio 2017 l’Assemblea annuale degli iscritti, che si terrà presso l’Aula Consigliare del Comune di Malnate sita in via De Mohr, a partire dalle ore 9.30.

L’Assemblea avrà il seguente ordine del giorno:

  1. Elezione del Presidente dell’Assemblea
  2. Relazione del Presidente di Sezione
  3. Relazione del Segretario amministrativo
  4. Elezione del nuovo direttivo di Sezione
  5. Varie ed eventuali

L’Associazione ha bisogno del tuo apporto per proseguire il proprio lavoro sul territorio, la diffusione e la difesa dei valori della Costituzione.

Se intendi collaborare, proponiti per entrare a far parte del nuovo direttivo che sarà eletto durante la riunione.

Vi aspettiamo

Cuveglio – 20 novembre 2016

4 dicembre 2016 di anpimalnate Nessun commento »

Celebrazione del 73° anniversario della battaglia
del San Martino

Incontro pubblico 22 novembre 2016

20 novembre 2016 di anpimalnate Nessun commento »

Auditorium Liceo Musicale di Varese

bersani-varese_1

Tra più fuochi. La storia degli Internati Militari Italiani 1943-1945

20 novembre 2016 di anpimalnate Nessun commento »

Apertura nuova mostra a Berlino

A nome del Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il nazionalsocialismo di Berlino (Fondazione Topografia del terrore) si comunica che la mostra “Tra più fuochi. La storia degli Internati Militari Italiani 1943-1945″  aprirà al pubblico martedì 29 novembre 2016 alle h 10 e da quel momento sarà visitabile presso i locali del centro tutti i giorni dalle h 10 alle h 18, eccetto il lunedì, ad ingresso libero.

NS ZWANGSARBEIT  Dokumentationszentrum

Da alleati a “traditori”: fino all’autunno del 1943 i soldati tedeschi e quelli italiani combatterono fianco a fianco sui fronti durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma in data 8 settembre 1943 il governo italiano, con a capo il maresciallo Pietro Badoglio, sciolse l´alleanza. La reazione tedesca non si fece attendere. Nel’arco di pochi giorni la Wehrmacht catturò un numero elevato di soldati. Tra i 600.000 e i 650.000 militari furono, in quanto internati, deportati in Germania e nella Polonia occupata. Molti di essi dovettero sottostare al lavoro coatto nel’industria di guerra, nelle miniere, nel settore agricolo. Tra i 50.000 e i 60.000 soldati perirono durante la prigionia.

La sorte degli internati militari italiani risultò essere delicata ed in balia delle decisioni tedesche. Se da una parte venne espressa la ferma volontà da parte tedesca di punire duramente il loro “tradimento” tramite lo sfruttamento della loro forza lavoro nella “economia della guerra totale”, dall’altra vennero effettuati numerosi tentativi di reclutamento dei prigionieri da parte delle organizzazioni sia tedesche, nonché del regime mussoliniano in Italia settentrionale in vista della comune “vittoria finale”. Gli internati militari vennero dunque messi davanti alla scelta, se continuare a combattere a fianco dei tedeschi o rimanere nella prigionia. All’interno dei lager gli italiani vennero spesso visti come alleati del nemico e trattati con astio e diffidenza dagli altri prigionieri e lavoratori coatti. Anche successivamente alla liberazione e al loro rientro in patria, gli ex- internati militari italiani non godettero delle dovute attenzioni. Dal dopoguerra in poi, per lungo tempo, la società italiana non li considerò come vittime di guerra, mentre la Germania, dal canto suo, fino ad oggi non accetta ancora di pagare loro i risarcimenti.

La mostra permanente si concentra sulla storia di questo gruppo di vittime della guerra, il cui destino risulta tuttora essere generalmente poco conosciuto. La presente mostra è stata concepita su suggerimento della commissione di storici tedesco- italiana instaurata nel 2012 per volontà dei governi dei due paesi; essa viene finanziata dal Ministero degli Affari Esteri tedesco.

 

Per chi desiderasse avere informazioni sulla Fondazione e sulle attività del centro indichiamo il link della ns. pagina web in lingua tedesca ed inglese:

http://www.dz-ns-zwangsarbeit.de [TED]

http://www.dz-ns-zwangsarbeit.de/en/ [ING]

 

Informazioni sulla mostra “Tra più fuochi” dedicata agli Internati Militari Italiani:

http://www.dz-ns-zwangsarbeit.de/ausstellungen/zwischen-allen-stuehlen/ [TED]

http://www.dz-ns-zwangsarbeit.de/en/exhibitions/between-two-stools/ [ING]

 

Pieghevole [ITA]

http://www.dz-ns-zwangsarbeit.de/fileadmin/schoeneweide/flyer/flyer_it.pdf

 

L’indirizzo del centro di documentazione è:

Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit

Britzer Straße 5 – D – 12439 Berlin – Germania

Tel. 0049 (0)30 6390288-0

73° ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA DEL SAN MARTINO

17 novembre 2016 di anpimalnate Nessun commento »

Layout 1