Borsa di studio “Mauro Turra”

23 maggio 2017 Lascia un commento »

La borsa di studio A.N.P.I. istituita nel 2008, nasce dalla volontà della famiglia Turra di ricordare la figura di Mauro, scomparso il 26 maggio 2007, Presidente della sezione di Malnate.

La finalità di questa iniziativa è quella di sostenere lo studente che, più di altri, abbia recepito i valori non solo dell’antifascismo ma anche quelli universali di libertà, democrazia e solidarietà, sulla base dei quali sono stati valutati gli alunni e le alunne dell’istituto Comprensivo “IQBAL  MASIH ” di Malnate.

I commissari, scelti tra gli studenti stessi, propongono chi, a loro giudizio, andrebbe premiato e quest’anno è stata premiata TONNI H. – classe V B della scuola primaria “Cesare Battisti”.

La scelta dello studente da premiare si è basata principalmente sulla valutazione complessiva del comportamento più che sulla narrazione delle gesta dei nostri Partigiani, dal momento che la storia della seconda Guerra Mondiale viene insegnata solo a partire dalla terza media.

Tonni, proveniente dal Bangladesh e in Italia dal 2013, maggiore di due fratelli, si è distinta per la sua capacità di apprendimento, di relazionarsi con i compagni e con le istituzioni e per il suo impegno costante.

 

Cara TONNI,
A.N.P.I. Malnate è lieta di donarti questa borsa di studio.
Ringraziamo i tuoi compagni di scuola, il Dirigente e gli Insegnanti che ti hanno prescelta, ritenendoti meritevole tra altri.
Auspichiamo che questo contributo possa aiutarti nel tuo impegno scolastico e auguriamo a te e alla tua famiglia una serena convivenza e un felice avvenire nel nostro Paese e nella nostra Malnate, Città delle bambine e dei bambini.
Oggi, tu e noi, viviamo qui in un sistema civile e democratico, libero da guerre e dittature grazie anche alle generose e patriottiche scelte, che oltre 70 anni fa, fecero in molti, soprattutto giovani, nella lotta contro il nazi-fascismo.
A questi Partigiani della Libertà (cui la nostra Associazione si ispira, anche nel ricordo dei 5 Caduti Malnatesi) dobbiamo l’Italia pacifica e aperta che ci ospita tutti, nativi e provenienti da altre parti del mondo.
A noi quindi, ma in particolare ai giovani come te, l’onere di studiare con profitto e la possibilità di lavorare con soddisfazione per far progredire sempre più questo nostro Paese, Libero e Democratico in una Europa unita.
Auguri di buona vita. 
                                                                                    

21 Maggio 2017                                                                        il Presidente
                                                                                             Germano Corti

 

Pubblicità